Stampa

Umberta Colella Tommasi, La rabbia e il coraggio: Frei Giorgio Callegari. In cammino tra i popoli dell’America Latina, Marcianum Press, 2014

Il libro di Umberta Colella Tommasi “La Rabbia e il Coraggio” voluto dalla nostra Associazione per ricordare l’opera e la vita di frei Giorgio ha avuto un grande successo. Perché questo? L’autrice ha voluto fare di questo libro non un’arida biografi a di frei Giorgio, ma ha voluto inquadrare la sua figura nel periodo storico in cui lui è vissuto e ha operato in America Latina. Sì, in America Latina e non solo in Brasile perché frei Giorgio ha lasciato la sua opera in molti paesi: Bolivia, Perù, Salvador, Nicaragua. Il libro ricorda che durante la sua impegnatissima vita, frei Giorgio si era battuto non solo contro la miseria e l’emarginazione del popolo brasiliano, ma anche contro la dittatura militare aiutando quanti erano costretti a fuggire dal paese perché accusati di sovversivismo. Questo gli era costato il carcere, la tortura e poi l’allontanamento dal Brasile, dove frei Giorgio tornò al termine della dittatura negli anni 80’. Umberta Colella Tommasi nel suo interessante libro ha fatto rivivere la storia di frei Giorgio insieme a tutte le lotte di quegli anni in quei luoghi. Questo libro quindi è anche un libro storico che, attraverso la vita di frei Giorgio, fa conoscere un periodo a noi poco noto perché, purtroppo, in quegli anni, i mezzi di informazione non ritenevano importanti quelle notizie! Ecco quindi il successo del libro che oltre a offrire al lettore, anche attraverso brani presi dai diari e dalla corrispondenza di frei Giorgio stesso, questa meravigliosa vita di impegno sociale e politico, offre anche un racconto storico ampio e dettagliato degli anni in cui lui ha vissuto in America Latina e in particolare in Brasile. Dal 67’ al 2003 anno della sua morte. Tutto il ricavato (diritti di autore compresi, secondo il desiderio dell’autrice), è destinato alle opere di frei Giorgio in Brasile.. A tutt'oggi il guadagno netto è stato di € 6.007, già inviati in Brasile per il sostegno della Colonia Venezia e delle altre strutture fondate da frei Giorgio. Ancora un grazie ad Umberta che, oltre ad averci dato un’opera così interessante ha anche ricordato frei Giorgio in modo meraviglioso.